prevenzione

informammella

come fare

Gentile Signora,

L'Ecografia è una tecnica di diagnostica per immagini che utilizza “ultrasuoni”. Non è dannosa per la salute. Viene effettuata con apparecchiature chiamate ecografi con sonde di vario tipo.

Per la mammella vengono utilizzate sonde di tipo “lineare” con frequenze di ultrasuoni elevate le cui proprietà sono indispensabili per una migliore risoluzione degli organi superficiali.

Viene praticata da personale medico che non necessita di una specializzazione in quanto per la sua esecuzione la legge attuale non prevede un titolo di studio successivo alla Laurea in Medicina e Chirurgia. L’unica specializzazione che prevede l’insegnamento dell’ecografia nel corso di studi è la “radiologia”.

Una Società Scientifica denominata S.I.U.M.B. (Società di Ultrasonologia in Medicina e Biologia) da molti anni si occupa della formazione specifica in ecografia rilasciando un Diploma dopo un percorso formativo teorico pratico. Molte specialità utilizzano l’ecografia come supporto alla visita clinica “senologica”. Gli specialisti che maggiormente utilizzano l’ecografia in tal senso sono il Chirurgo, il Ginecologo, l’Oncologo ed ovviamente il Radiologo.

Si effettua supina con le braccia in alto o dietro la nuca e Le potrà essere richiesto di girarsi su un fianco piuttosto che un altro. E’ buona norma ed auspicabile che chi le effettui l’ecografia la visiti con la palpazione manuale del seno. Le verrà applicato del gel (generalmente piuttosto freddo!) e con una “sonda” si esplorerà completamente il seno compresa la zona areolare ed i cavi ascellari. Se avverte qualunque cosa (nodulo, dolenzìa etc.) non esiti a parlarne con chi effettua l’esame (possono essere indicazioni molto utili!).

L’esame ecografico è per definizione operatore dipendente. Questo significa che viene letto in tempo reale durante l’esecuzione e l’interpretazione delle immagini che si susseguono sullo schermo è legata all’esperienza ed alla perizia dell’operatore. Nell’ecografia a differenza della mammografia il ruolo tecnico ed il ruolo medico si fondono nella stessa persona.
Dopo i 40 anni (vedi cosa e quando) Le sconsigliamo vivamente di eseguire una ecografia senza portare con se i radiogrammi della mammografia. Chiunque Le esegua una ecografia mammaria ha il compito facilitato e quindi migliora la “performance” diagnostica se correla le immagini mammografiche con quelle ecografiche.

Nelle mammelle radiologicamente “dense” (vedi) ovvero con una prevalenza della componente ghiandolare l’ecografia ha un potere diagnostico molto elevato! Viceversa nelle mammelle radiologicamente “adiposa” (vedi) assume un ruolo diagnostico molto basso ed a volte non è addirittura necessaria!

diagnosi

formazione medici

il referto

contattaci

faq protesi

lifestyle

disclaimer

Le informazioni fornite sul presente sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio del proprio medico curante. 

 
Nessuno dei singoli contributori, operatori, sviluppatori, ecc. può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo od anche un mero tentativo di utilizzo di ciascuna informazione pubblicata su mammella.org

Questo sito utilizza solo cookie (file di testo) per esclusivi motivi tecnici e di fruibilità navigazione. 
L'utente potrà eventualmente disabilitarli attraverso il proprio browser. Per le relative procedure e per approfondimenti si rinvia alla 
PRIVACY POLICY