prevenzione

informammella

come fare

CAVOLO SI, MA CHE PUZZA!

E' tutta italiana, del Dipartimento di Scienze Biomolecolari Università di Urbino, una ricerca pubblicata a marzo su Breast Cancer Res.

I ricercatori hanno studiato le proprietà dell' indolo, sostanza contenuta nelle “crucifere” (cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, broccoli, broccoletti, cavolfiore), ed il suo ruolo, come agente anti/ossidante, nelle neoplasie mammarie.

Uno studio, sperimentale “in vivo” su cavie, ha permesso di dimostrarne l'efficacia come agente anti tumorale con la possibilità di preparare composti, a base di indolo, anche iniettabili.

Aspettando i progressi farmaceutici non resta che iniziare una dieta che preveda l'utilizzo, 2-3 volte a settimana, di cavoli e broccoli, approfittando magari del periodo invernale (tempo di questi ortaggi) , dove i prezzi sono più bassi e la qualità migliore.

E' utile sapere che la lessatura è risultata il metodo di cottura con i maggiori effetti negativi sulle proprietà dei cavoli e dei broccoli: dopo mezz'ora di bollitura i broccoli avevano perso il 77% delle loro proprietà benefiche mentre per i cavoli la percentuale si aggirava intorno al 65%. Al contrario la cottura al microonde e la cottura al vapore non hanno segnalato perdite significative.

Un aspetto, se vogliamo negativo di broccoli e cavoli, è rappresentato dal cattivo odore che emanano durante la cottura; questo a causa dello zolfo in essi contenuto. Volendo, si può evitare questo "inconveniente" spremendo un limone nell'acqua di cottura.

Buon appetito!


Per approfondimenti:

Breast Cancer Res. 2011 Mar 24; 13 (2): R33.

 

Contattaci per eventuali commenti

® Mammella.org, tutti i diritti riservati


diagnosi

formazione medici

il referto

contattaci

faq protesi

lifestyle

disclaimer

Le informazioni fornite sul presente sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio del proprio medico curante. 

 
Nessuno dei singoli contributori, operatori, sviluppatori, ecc. può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo od anche un mero tentativo di utilizzo di ciascuna informazione pubblicata su mammella.org

Questo sito utilizza solo cookie (file di testo) per esclusivi motivi tecnici e di fruibilità navigazione. Sono cookie di sessione e vengono cancellati alla chiusura del browser. 
L'utente potrà eventualmente disabilitarli attraverso il proprio browser. Per le relative procedure e per approfondimenti si rinvia alla PRIVACY POLICY