prevenzione

informammella

come fare

ALBERTA , UN FIGLIO DOPO IL TUMORE AL SENO

Eleonora Porcu, ricercatrice dell’Università di Bologna, ha presentato il caso davanti al congresso della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) a Palermo.

Racconta la ricercatrice: "Alberta si rivolse a noi a fine 2008 su consiglio del suo oncologo", dopo avere effettuato chemioterapia per un tumore al seno. "Prima di iniziare la chemio voleva sottoporsi alla crioconservazione (conservazione per congelamento) degli ovociti. Qualche mese fa è tornata. La terapia aveva avuto successo e secondo gli oncologi poteva provare ad avere un figlio". Come spesso accade, però, dopo una chemio può essere difficile concepire in modo naturale, così Alberta e suo marito, che risiedono nella provincia di Bologna, si rivolsero di nuovo al Centro per l’infertilità e la procreazione medicalmente assistita, che Eleonora Porcu dirige e coordinato di Stefano Venturoli, presso il Policlinico universitario S.Orsola-Malpighi di Bologna. "Scongelammo quattro ovociti e ottenemmo tre embrioni che trasferimmo nel grembo della mamma”.

"Alberta è la prima donna in Italia che dopo una chemioterapia antitumorale riesce a concepire un figlio grazie alla tecnica del congelamento degli ovuli".

In Italia si stima che il problema riguardi dal 40 al 70 per cento delle donne sottoposte a chemioterapia: secondo Porcu, per il solo tumore al seno parliamo di un numero che oscilla tra le 15mila e le 26mile donne l’anno. A differenza del congelamento degli embrioni, continua la ricercatrice, il congelamento degli ovocìti (cellule uovo, dette anche ovuli) è espressamente consentito dalla legge italiana e ha il vantaggio di poter essere praticato preventivamente, anche in assenza di un candidato papà, in attesa del momento e della persona propizi.

L'inizio di una nuova vita è sempre qualcosa da raccontare!

Fonte:

http://www.magazine.unibo.it/Magazine/UniBoIniziative/2011/09/26/In_gravidanza_dopo_un_tumore.htm

 

Contattaci per eventuali commenti

® Mammella.org, tutti i diritti riservati


diagnosi

formazione medici

il referto

contattaci

faq protesi

lifestyle

disclaimer

Le informazioni fornite sul presente sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio del proprio medico curante. 

 
Nessuno dei singoli contributori, operatori, sviluppatori, ecc. può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo od anche un mero tentativo di utilizzo di ciascuna informazione pubblicata su mammella.org

Questo sito utilizza solo cookie (file di testo) per esclusivi motivi tecnici e di fruibilità navigazione. 
L'utente potrà eventualmente disabilitarli attraverso il proprio browser. Per le relative procedure e per approfondimenti si rinvia alla 
PRIVACY POLICY