prevenzione

informammella

come fare

Gentile Signora,

in questa pagina Le forniremo delle informazioni sull'incremento del rischio di ammalarsi di tumore al seno.

Bisogna però sapere quale é il punto di partenza.
In Italia si ammala di cancro mammario circa una donna su dieci nel corso della vita.
152 donne ogni 100.000 abitanti.
Sono diagnosticati 37-40.000 casi in Italia

Il più forte fattore di rischio per il cancro al seno è l'età.
Il rischio di cancro al seno, tuttavia, non è lo stesso per tutte le donne nella medesima fascia d'età.
La ricerca ha dimostrato che le donne con i seguenti fattori di rischio hanno una maggiore probabilità di sviluppare cancro al seno:

Storia personale di cancro al seno, donne che hanno avuto il cancro al seno hanno maggiori probabilità di sviluppare un secondo cancro mammario.

Storia familiare: la possibilità di sviluppare il tumore al seno aumenta se la madre, la sorella, e/o la figlia è stata diagnosticata la malattia, soprattutto se in questi parenti la malattia è stata diagnosticata prima dei 50 anni. Avere un parente maschio di primo grado con tumore mammario aumenta anche il rischio di una donna di sviluppare la malattia.

Alterazioni genetiche (modifiche) Ereditare modifiche in alcuni geni (per esempio, BRCA1, BRCA2 ed altri) aumentano il rischio di cancro al seno. Queste modifiche sono stimate come responsabili di non più del 10 per cento di tutti i tumori al seno. Tuttavia, le donne che hanno modifiche in questi geni hanno un rischio molto più elevato di cancro al seno rispetto alle donne che non hanno queste modifiche.

Densità mammaria (vedi referto), donne che hanno un'alta percentuale di tessuto mammario hanno un rischio maggiore di cancro al seno rispetto alle donne della stessa età che hanno poca o nessuna densità mammaria. Per alcuni studiosi questo aumento può essere dovuto all’”effetto” di mascheramento che incide sulla capacità di individuare i tumori in mammografia; altri studiosi pensano che vi è un rapporto diretto con la quantità di ghiandola soggettivamente presente (la maggior parte delle neoplasie si sviluppa dalla ghiandola). 

Alcuni cambiamenti mammari evidenziati dalla biopsia. La maggior parte delle modifiche al seno non sono cancro, ma alcuni possono aumentare il rischio di sviluppare cancro al seno. Cambiamenti associati con un aumentato rischio di cancro al seno includono iperplasia atipica (una condizione non cancerosa in cui le cellule hanno caratteristiche anomale e sono aumentati di numero), carcinoma lobulare in situ (CLIS) (cellule anormali si trovano nei lobuli del seno), e carcinoma duttale in situ (DCIS) poiché in una percentuale significativa di casi il carcinoma duttale in situ finirà per diventare il cancro, questo tipo di modifica mammaria viene attualmente trattate chirurgicamente. Le donne con iperplasia atipica o LCIS sono in linea di massima monitorati attentamente. Le donne che hanno avuto due o più biopsie al seno per le altre condizioni non tumorali hanno un rischio maggiore di sviluppare cancro al seno. Questo rischio è aumentato a causa delle condizioni che hanno portato alla biopsie e non alle procedure di biopsia.

Fattori Riproduttivi e mestruali. Le donne che hanno il loro primo ciclo mestruale prima dei 12 anni o che sono andate in menopausa dopo i 55 anni sono a maggior rischio di sviluppare il cancro al seno. Le donne che hanno avuto la loro prima gravidanza a termine dopo i 30 anni o che non hanno mai avuto una gravidanza a termine sono a maggior rischio di cancro al seno.

L'uso a lungo termine della terapia ormonale sostitutiva in menopausa, le donne che hanno fatto uso combinato di estrogeni e progestinici in menopausa per più di 5 anni hanno una probabilità maggiore di sviluppare cancro al seno.

Radioterapia. Le donne che hanno effettuato radioterapia del torace (compreso il seno) prima dei 30 anni corrono un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno. Questo include donne trattate per linfoma di Hodgkin. Gli studi dimostrano che più giovane è la donna quando ha subito il trattamento, maggiore è il rischio di sviluppare il cancro al seno nel corso della vita.

Alcool. Gli studi indicano che l'alcool in dosi elevate aumenta il rischio di cancro al seno.

Obesità. Molti studi hanno dimostrato che la probabilità di ammalarsi di cancro al seno dopo la menopausa è più elevata nelle donne obese.

Attività fisica. Le donne che sono fisicamente inattive possono avere un aumentato rischio di cancro al seno. Essere attivi può contribuire a ridurre il rischio.

Esistono alcuni metodi statistici per calcolare il rischio relativo per ogni singola donna di ammalarsi di cancro al seno.

Le sconsigliamo vivamente il "fai da te" che comporterebbe risvolti psicologici importanti.

Si rivolga con fiducia al suo Medico di Medicina Generale o al suo Specialista per una corretta mediazione delle informazioni



Referenze:

le informazioni di questa pagine sono state liberamente tratte da cancer.gov e airc.it ai quali si rinvia per una trattazione più esaustiva.

diagnosi

formazione medici

il referto

contattaci

faq protesi

lifestyle

disclaimer

Le informazioni fornite sul presente sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio del proprio medico curante. 

 
Nessuno dei singoli contributori, operatori, sviluppatori, ecc. può esser ritenuto responsabile dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo od anche un mero tentativo di utilizzo di ciascuna informazione pubblicata su mammella.org

Questo sito utilizza solo cookie (file di testo) per esclusivi motivi tecnici e di fruibilità navigazione. 
L'utente potrà eventualmente disabilitarli attraverso il proprio browser. Per le relative procedure e per approfondimenti si rinvia alla 
PRIVACY POLICY